Per informazioni: Contattaci

Via Il vento dell’Est (Gran Sasso - Corno Grande)

del
  • Gran Sasso
  • Corno Grande

Bella via di forte impegno alpinistico sia per le difficoltà tecniche che per la qualità della roccia, non sempre buona. Sale la parete Est con percorso intelligente, sviluppandosi più o meno nella sua sezione centrale a sinistra di una caratteristica fessura ad arco. Gli apritori hanno fatto ricors Bella via di forte impegno alpinistico sia per le difficoltà tecniche che per la qualità della roccia, non sempre buona. Sale la parete Est con percorso intelligente, sviluppandosi più o meno nella sua sezione centrale a sinistra di una caratteristica fessura ad arco. Gli apritori hanno fatto ricorso agli spit ma occorre portare con sé dadi, friends e chiodi.

L’attacco è spesso innevato a inizio stagione. Le soste sono attrezzate.

Posizione

La via è nel settore: Gran Sasso → Corno Grande → Vetta Occidentale → Parete Est

Apertura

La via è stata aperta nel 1989 dagli alpinisti:

  • Roberto Iannilli
  • Andrea Imbrosciano
  • Sandra Bonifazi
  • Claudio Arbore

Dati tecnici

Tutte le informazioni aggioirnate e di dettaglio sono accessibili gratuitamente tramite l’utilizzo della nostra applicazione Multipitch. Di seguito sonno riportate solo le principali informazioini tecniche.

  • Apertura: 8 e 24 agosto 1989
  • Grado massimo: VII- (UIAA)
  • Lunghezza: 370 mt
  • Lunghezze di corda: 9
  • Tempo di salita: 6:00-8:90 ore

Crediti

L’itinerario è stato catalogato il 29 Maggio 2020 grazie al contributo di:

Condivisione

Se stai leggendo dal tuo smartphone e hai l’app Multipitch installata puoi aprire la via direttamente nell’app toccando questo link. In caso contrario puoi usare uno dei bottoni qui sotto.

Recenti dal Blog

Gianluca Giusti

Gianluca Giusti del 26-05-2020

Via Intifada (Gran Sasso - Corno Grande)

Itinerario interessante, su roccia quasi sempre buona, che nella prima parte attraversa il grosso pilastro a destra della parete, nella seconda sale un tratto in comune con altre vie e poi trova un’uscita autonoma. Si tratta di una bella ascensione ed è sostanzialmente attrezzata. Portare comunque con sé l’equipaggiamento standard del buon rocciatore.